La legge prevede sei mesi di anticipo, ma è consigliabile specificarlo nel contratto. Se si vuole avere la possibilità di dare un preavviso inferiore a sei mesi, si può scrivere nel contratto “si può lasciare l’appartamento in qualsiasi momento dando un preavviso di X mesi”. Nel contratto per studenti, il preavviso può essere dato tre mesi prima; in taluni modelli di contratto - come quello di Padova - la disdetta per il recesso può essere data tre mesi prima della scadenza anche da uno solo dei conduttori, ferma restando la prosecuzione del contratto nei confronti degli altri (con il proporzionale aumento del canone per questi).

13131670_1725494751031630_5882913339975393287_o.jpg